Adriano Cortiula

Adriano Cortiula

RINGHIERA monumentale

Idea e schizzo

Tutto comincia con una telefonata, era l’ingegnere del comune che mi chiede di fare la ringhiera del cimitero del paesotto dove si trova la mia officina. “Passo a prenderti” mi porta al cimitero incurante del tempo, pioveva a dirotto, mentre il tecnico mi diceva: “la ringhiera va fatta li, fai quello che vuoi ma mandaci il preventivo” dopo avermi dato questi stringenti vincoli, scatto la foto senza scendere dalla macchina.
Il lavoro da fare era grande e sotto gli occhi di molte persone non volevo fare brutta figura.
Non essendo un artista faccio molta fatica ad avere idee, aspettai il sole tornai sul posto scattai delle foto per poi guardarle con calma al computer.
Se la ringhiera andava posizionata al centro del complesso alla destra e alla sinistra si trova questa non particolarmente allegra architettura.
Questa foto mostra la parte destra la sinistra è uguale.
Quello che mi ha più colpito, mentre visualizzavo le foto è stata questa inquadratura sulla destra.
Si nota una pozzanghera all’interno della quale si riflette una parte della parete.
Non ho fatto altro che congiungere le linee tra la riflessione sulla pozzanghera e l’edificio.
Non è una grande idea ma sufficiente a fare un modulo di ringhiera coerente.
Nell’immagine a destra si nota la linea gialla di riflessione.
L’idea di una banalità sconcertante aveva il pregio di essere coerente con l’architettura .
Tra il primo e il secondo sopraluogo avevo in mano solo la foto sfocata fatta con la pioggia (LA PRIMA FOTO DI INIZIO ARTICOLO) in ogni caso per prendermi avanti cercavo un’idea, ma il nulla riempito di vuoto che c’è nella mia testa non aveva fatto altro che prendere ed evidenziare le gocce di pioggia.
Ingrandendo la foto si nota che cercavo l’idea disponendo le gocce sull’ingombro ideale della ringhiera.
Ci tengo a sottolineare che al momento che disegnavo questo, non avevo ancora in testa il modulo sopra descritto.
A questo punto mi sono ritrovato con ben due modelli su cui lavorare.
Non nego che il mio primo pensiero sia stato quello di eliminare la faccenda della pioggia, in quanto la vedevo di più difficile realizzazione, d’altro canto il modulo con la riflessione, pur basato su un’osservazione del posto, richiama drammaticamente un numero impressionante di ringhiere analoghe.
Prima di scartare un’idea ho sovrapposto i due pensieri che avevo nella testa , come si vede dall’immagine
Invece di fare qualcosa di utile mi sono messo a svagarmi con queste forme.
La prima cosa che ho fatto è stata quella di riflettere l’immagine
Poi per caso ho preso la forma riflessa dalla pozzanghera e l’ho inserita.
Voglio che sia chiaro che non stavo studiando niente, solo giocando, nella speranza di trovare la forma della ringhiera.
A questo punto, per pigrizia ho accettato dentro me di sviluppare queste forme.
Per quanto possa sembrare banale ho visto che le gocce di pioggia potevano essere le fascette delle giunzioni.
In breve ho stilizzato la parete
Da questo momento mi sono convinto che forse l’idea non era una cazzata.
Quindi mi sono messo ad elaborarla con più consapevolezza.
A destra il primo passaggio, ovvero ho portato gli archi della parete in una forma grafica.
In questo passaggio ho fatto semplicemente le riflessioni per adattare il tutto alla forma che volevo.
La linea di riflessione intuitivamente l’ho tracciata nel semicerchio degli archi superiori.
E qui ho fatto il primo passaggio riflettendo (nel senso di specchiare, il sinonimo non so neanche dove stia di casa) la parte superiore, si intuisce dalla grafica dove andrò a parare.
Ed ecco con uno sforzo pari al nulla come ho ottenuto il modulo della ringhiera.
Ora ho il modulo uniforme, si notano delle sovrapposizioni negli angoli tra i verticali e gli orizzontali che facilmente verranno corrette in corso di disegno.
Qui ci sono le gocce di pioggia che andrò a posizionarle come fascette.
Il risultato di massima.
La mia idea l’ho messa dalla testa al computer, non è molto originale anzi è molto usuale e banale, ma di solito sono queste idee che chiudono un lavoro senza infamia.
Nel prossimo post vedremo come ho progettato questa ringhiera.

 

RINGHIERA monumentale
Idea e schizzo