Progetto dei volumi

L’insegna “neo” barocca

Progetto

Progetto dei volumi 

Dopo aver deciso che tipo di braccio e insegna fare ho iniziato a disegnarla tanto per vedere solo dove mettere i volumi e di conseguenza che tipo di peso visivo dare all’opera.

A dx il primo orrendo schizzo

Poi ho iniziato a ragionare riguardo il tipo di proporzione da usare per costruire il tutto. All’inizio pensavo di costruire il braccio e l’insegna sulle linee di forza di un ideale rettangolo, usando il ribaltamento dei lati minori per trovare la posizione dei vari elementi. Siccome non riuscivo a disegnare qualcosa di accettabile, ho optato per la proporzione aurea, anche se facendo così ho dovuto allungare il braccio orizzontale più di quello che pensavo inizialmente.

Per fare lo schizzo ho disegnato un rettangolo aureo e ho inserito le tre forme geometriche elementari, quadrato rettangolo e cerchio questo serve per posizionare alla grossa il peso visivo dell’opera

Qui si inizia a vedere il peso visivo dell’insegna, all’interno del rettangolo aureo ho ridimensionato proporzionalmente le tre figure geometriche e le ho posizionate come mi è parso meglio, si noterà una sovrapposizione tra quadro e triangolo, per evidenziare ho dipinto la sovrapposizione in rosso, in quel punto dell’insegna naturalmente il peso visivo sarà maggiore.

A questo punto lo schizzo è fatto

Di seguito ho inserito anche elementi barocchi che non ho mai visto su nessuna altra insegna, mi sono serviti per bilanciare il peso visivo della parte centrale del braccio.

Lo schizzo è proprio quella schifezza che si vede a dx,

ho anticipato che sono un pessimo fabbro, in compenso come disegnatore sono anche peggiore.

Qui ho giocato con una sovrapposizione, si può notare che mentre il braccio dell’insegna e la posizione del vaso funzionano sui volumi che ho disegnato in sottofondo, la tabella è spostata rispetto al peso visivo del cerchio. La correzione che ho fatto la illustrerò in seguito mentre progetto la tabella.