Progetto del massimo ingombro

L’insegna “neo” barocca

Progetto

 Come ho trovato le misure reali 

Qui inizia la progettazione vera e propria la prima cosa che ho disegnato, è stato il palo sul quale montare l’insegna. Arbitrariamente con un semplice fotomontaggio, ho deciso che l’altezza del palo fosse di 576 cm,

Non è un grande studio o ragionamento, dato che i tubi commerciali sono di 600 cm la decisione era ovvia 24cm vanno per il fissaggio e il resto sporge per l’appunto di 576cm.

Una volta decisa questa misura tutte le altre sono una conseguenza logica.

Ho diviso il palo con Φ, e ho ottenuto due segmenti in rapporto tra loro. AB e BC

Per ottenere il rettangolo aureo su dove inscrivere l’insegna ho usato AB come altezza e BC come larghezza

Quindi. Ho disegnato il rettangolo e a sua volta è stato diviso con Φ sia in verticale che in orizzontale.

Da questa divisione già si intuisce dove cadranno gli elementi dell’insegna

La linea orizzontale EF è il supporto che sostiene la tabella.

Nel rettangolo in basso a destra disegnerò l’insegna.

Il quadrato a sinistra in basso serve per disegnare il braccio

La parte superiore per i vari elementi decorativi.

Per trovare le misure dell’insegna è semplice come adattare l’idea alla realtà.

Fino ora ho disegnato senza misure (non servono) ma se devo progettare sono costretto a trovarle.

Il punto più difficile è trovare l’altezza del palo portante, elemento su cui verrà costruita l’insegna.

Ho scattato una foto nel punto peggiore, poiché la casa mi da  riferimenti certi.

Per prima cosa ho disegnato (A caso, è un’altezza che reputo congrua, sia ben chiaro che è una decisione arbitraria aiutata solo dal colpo d’occhio)  l’altezza del palo portante

Poi per maggior sicurezza ho disegnato pure il rettangolo di massimo ingombro dell’insegna.

Ho accettato l’idea che con questi perimetri l’insegna poteva andar bene.

In questa parte non ci sono aiuti di nessun tipo che non abbia descritto, l’ ampiezza dell’insegna si basa su questo fotomontaggio.

Non contento ho proporzionato lo schizzo che avevo fatto in precedenza evidenziandolo in blu.

Quando il lavoro sarà finito l’impatto dovrebbe essere questo.

Si tratta ora di rilevare le misure per capire quanto sarà grande il tutto.

Per determinare l’altezza del palo mi ero premunito delle misure del tetto garage, che si vede in basso a sinistra, per cui avevo una altezza certa sulla prima parte del palo che ho chiamato A.

Poi ho preso il disegno e diviso con un righello all’interno del programma che uso per disegnare, non ricordo che unità di misura aveva il computer ma non ha importanza, importante è poter misurare i due tronconi del palo sia A che B. Dato che la misura A è nota, con una banale proporzione ho trovato la misura B

Ho fatto così!

Sul segmento A  il computer mi dava una misura di 65 (non importa in che unità di misura) la misura B (sempre con l’unità di misura del computer)  mi dava 270.

Ora sapevo che al vero il segmento A era lungo 112 cm.

Di conseguenza ho fatto la seguente proporzione

Se A = 112 significa che B = x

Ho sostituito A e B con le cifre che mi ha fornito il computer e la proporzione diventa questa.

65:112 = 270 : x

Risolvo la proporzione e trovo che x è uguale a 465,23.

Quindi sommo i due segmenti e ottengo la misura totale del palo.

Che è 577 cm (tralascio i decimali non sono mai molto preciso)

Tombola, con questa misura definisco tutte le altre misure dell’insegna.

Di seguito le inserisco per eventuali controlli e anche perché non le riporterò più in seguito.

Le misure sono in cm.

Sotto, inserisco qualche elemento, che ho costruito con le relative misure.

cm. 577

E’ l’altezza totale del palo

356

La larghezza del rettangolo in cui viene iscritta l’insegna

220

L’altezza del rettangolo

Cm.136   L’altezza e la larghezza in cui viene inserito il braccio

cm.84 La parte superiore del braccio

Alcuni esempi:

cm. 52

L’altezza dei gigli in cima al braccio

cm. 32

Il riccio in alto a destra

Diverse decorazioni sono state fatte con queste misure

Alcuni esempi:

cm. 20

Il fiore sotto la tabella

cm. 12

I fiori e le foglie sul braccio

Alcuni esempi:

cm. 7,6

Qualche foglia e qualche fiore.

cm. 4,7

I fissaggi al palo, fascette.

Da questo punto in poi sono le misure che ho usato per la sezione dei ferri, fatti salvi gli elementi più piccoli.   Cm. 2,9 E’ la sezione del riccio più grande cm. 1.8 La sezione di alcuni ricci.

Cm. 1,1   E’ la sezione di ferro pieno più piccola.

Cm. 0.61 E’ lo spessore delle foglie sotto il braccio

Cm.  0.37 e cm. 0,22

 

Quest’ultima divisione serve per trovare gli spessori delle lamiere, con cui ho costruito le foglie e le decorazioni.

La misura più piccola è servita solo per l’interno dei boccioli  in realtà era uno spessore di cm. 0,25

Intuibile che ho usato la misura commerciale che più si avvicinava.

Le misure sono queste tutto è stato realizzato con questo parametro

 Mi sono dilungato con le misure ma voglio che sia chiaro il rapporto che ho usato tra gli elementi.

In sede di progettazione degli elementi decorativi e anche di quelli fondamentali spiegherò le variazioni su questo tema.

 

Misure

  • 577
  • 356
  • 220
  • 136
  • 84
  • 52
  • 32
  • 20
  • 12
  • 7,6
  • 4,7
  • 2.9
  • 1,8
  • 1,1
  • 0,61
  • 0.37
  • 0,25

Basta sotto i 2,5 mm non c’è niente

Se non sono stato chiaro la divisione è sempre per Φ e la controprova si trova nella sequenza evidente di Fibonacci.